HomeCategory

News Archivi - Pagina 2 di 3 - Studio Blescia

https://www.studioblescia.it/sb14/wp-content/uploads/2014/12/professionisti.jpg

L'Agenzia delle Entrate, con circ. 1.12.2015 n. 36, ha fornito le prime indicazioni con riferimento alle modalità applicative del regime di patent box. Tra i principali chiarimenti, si segnalano i seguenti: le perdite generate in vigenza del regime di patent box dovranno essere recuperate; non è considerata abusiva l'operazione di fusione, scissione o conferimento di azienda...

https://www.studioblescia.it/sb14/wp-content/uploads/2014/12/professionisti.jpg

In attuazione della delega contenuta nella L. 11.3.2014 n. 23, con il DLgs. 24.9.2015 n. 158, pubblicato sul S.O. n. 55 alla Gazzetta Ufficiale 7.10.2015 n. 233, è stato riformato il sistema delle sanzioni penali tributarie, di cui al DLgs. 10.3.2000 n. 74. Il DLgs. 158/2015 è entrato in vigore il 22.10.2015. Con la presente Circolare vengono analizzate le principali modifiche apportate ai singoli reati.Le ulteriori principali novità saranno esaminate in una successiva Circolare.

https://www.studioblescia.it/sb14/wp-content/uploads/2014/12/professionisti.jpg

Al fine di garantire l’attività di controllo, il co. 36-sexiesdecies dell’art. 2 del suddetto DL 138/2011 stabilisce che l’impresa concedente (sia individuale che collettiva) ovvero il socio o il familiare dell’imprenditore devono comunicare all’Agenzia delle Entrate (Anagrafe tributaria) i dati relativi ai beni concessi in godimento. Nelle intenzioni del legislatore, tale adempimento fiscale dovrebbe:

https://www.studioblescia.it/sb14/wp-content/uploads/2014/12/professionisti.jpg

Le domande per l'ottenimento del voucher potranno essere inoltrate a partire dal prossimo 22 settembre, ma grazie alla pre-registrazione, si potrà iniziare a compilare la modulistica on line già dal 15 settembre. Verificata la sussistenza dei requisiti, il Ministero procederà ad assegnare l'agevolazione secondo l'ordine cronologico di ricezione delle domande.

https://www.studioblescia.it/sb14/wp-content/uploads/2014/12/professionisti.jpg

L’art. 19 del DPR 602/73 prevede che le somme richieste mediante cartella di pagamento o accertamento “esecutivo” possano essere dilazionate fino ad un massimo di 72 rate mensili (dilazione “ordinaria”) o di 120 rate mensili (dilazione “straordinaria”). Ciascuna rata, salvo situazioni eccezionali, non può essere inferiore a 100,00 euro e, per l’accesso alla dilazione, non è mai richiesta la prestazione di garanzia sotto forma di ipoteca o di fideiussione bancaria, a prescindere dall’entità del debito che si intende dilazionare. Tale istituto opera per qualsiasi tipo di imposta e per i contributi previdenziali, quindi può riguardare, ad esempio, l’IRPEF, l’IRES, l’IVA, l’imposta di registro, l’IMU e i contributi INPS.

Studio Blescia

2019 © Studio Blescia & Partners
P.IVA 03675830719

Privacy PolicyCookie Policy

Seguici su

Credits: Strinet